Fotovoltaico, in Italia si dimezza il mercato

Settore: energia
Data inserimento: 14 ottobre, 2014

fotovoltaicoIl mercato italiano del fotovoltaico crolla. Dopo la fine degli incentivi, infatti, la nuova potenza installata nel 2014, secondo le previsioni dell’IHS, si fermerà a 800 MW. Se confrontiamo questo dato con quello del 2013, anno in cui sono stati installati 1,7 GW si capisce che il  calo è stato di oltre il 50%. A fare compagnia al Bel Paese, tra gli ex grandi del fotovoltaico, c’è la Germania. Il mercato tedesco, infatti, nel 2014 si fermerà a 2,1 GW rispetto ai 3,3 GW dell’anno scorso.

A fare da traino nella domanda mondiale di fotovoltaico restano, invece, due superpotenze USA e Cina, che assieme incideranno per più di metà della domanda nel quarto trimestre; spingeranno sulla crescita con, rispettivamente, oltre 5 GW e 2,3 GW. Vera scoperta è stato il mercato asiatico, Pechino si prepara a superare i 13 GW di nuova potenza, grazie ai grandi impianti a terra, mentre lo sviluppo dei piccoli impianti, su cui il governo cinese sta puntando molto, è ostacolato da una serie di difficoltà, come la mancanza di tetti adatti.

Tra i  mercati in ascesa ci sono anche  Giappone e Regno Unito; quest’ultimo, con 3-3,2 GW di nuova potenza prevista per il 2014, si candida ad essere il quarto mercato mondiale dopo Cina, Giappone e Stati Uniti. Per quando riguarda le previsioni per l’anno nuovo: la domanda mondiale di fotovoltaico dovrebbe essere in aumento anche se ad un ritmo rallentato: il tasso dovrebbe passare dal 20% previsto per il 2014 sul 2013 al 16%, pari a un installato annuale 2015 di 53 GW.

 Di Laura Pinto

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Argomenti trattati: ,

Lascia un Commento