Apple Pay, in Italia lo smartphone diventa portafoglio virtuale

Settore: banche new trends
Data inserimento: 22 maggio, 2017

Apple Pay_4157È finalmente arrivato anche in Italia Apple Pay, il sistema di pagamenti digitali che trasforma lo smartphone  in un portafoglio virtuale. Per effettuare i pagamenti? Basterà semplicemente accostare il proprio iPhone ad un Pos di quelli già presenti nei negozi predisposti per carte di credito e bancomat “contactless”.

Funzionamento. Apple Pay può essere usato con iPhone, Apple Watch e Mac, dunque sia per fare acquisti comodamente seduti sulla poltrona di casa, sia quando si è in giro e non si hanno a disposizione soldi contanti.  L’innovativo sistema di pagamenti digitali che sfrutta la tecnologia Nfc è stato, in realtà, lanciato nel 2014, è già presente in 15 paesi del mondo ed è già usato da decine di milioni di utenti, con un volume di transazioni cresciuto del 450% negli ultimi di 12 mesi. Il successo sembra assicurato, dunque, anche per il Bel Paese dove sono già diversi i negozi in cui sarà possibile pagare con Apple Pay, tra cui Auchan, Eataly, Ovs, Sephora.

Ci sono rischi? Niente paura,  il sistema di pagamento digitale è sicuro. “Il numero della carta di credito – ha spiegato all’ANSA Jennifer Bailey, Vice President, Internet Services di Apple Pay -non viene conservato sull’iPhone, nè sui server Apple nè condiviso con il commerciante ed ogni transazione viene autorizzata con un codice di sicurezza dinamico e univoco che cambia di volta in volta”. Le transazioni, inoltre, vengono finalizzate «con il Touch ID», ovvero attraverso  il riconoscimento delle impronte digitali o attraverso “il proprio codice di sicurezza”. Le chiavi di accesso strettamente personali rendono, dunque, Apple Pay estremamente sicuro; in caso di perdita, infatti, il dispositivo risulta inutilizzabile.

 

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Lascia un Commento