Assicurazioni auto, tra 5 anni meno care grazie alla tecnologia

Settore: assicurazioni new trends
Data inserimento: 20 aprile, 2016

rc-auto-nuova-assicurazione“Nei prossimi cinque anni le auto intelligenti potrebbero ridurre i premi auto di diversi miliardi di dollari”: a sostenerlo è un’indagine della Swiss Re and Here. Stando allo studio, quindi, potrebbe essere sufficiente un solo lustro e, grazie ai gadget supertecnologici che saranno istallati sulle nostre quattroruote, le compagnie assicurati potrebbero registrare un forte calo degli introiti. La notizia ha, però, un risvolto positivo per i consumatori che non solo pagheranno meno per la polizza assicurativa del proprio veicolo, ma viaggeranno anche più sicuri.

Gli esperti, infatti, garantiscono che nei prossimi anni si avrà una riduzione del tasso di incidenti nei Paesi industrializzati pari al 28%. Un risultato frutto dei grandi passi in avanti fatti dal settore automotive che realizza mezzi in grado di offrire condizioni di guida molto sicure: il guidatore riesce, infatti, sempre più spesso a prevedere rischi e pericoli prima ancora che questi si presentino. Per esempio, sempre secondo i ricercatori,  tra qualche anno il sistema per parcheggiare in tutta sicurezza e senza arrecare danni a nessuno, l’ Advanced Driver Assistance Systems,  sarà solo uno dei tantissimi strumenti a disposizione dei parcheggiatori, che potranno contare su spie che avvertono quando una macchina sta per lasciare libero un posto, sistemi di riconoscimento del traffico e software talmente avanzati che urtare una macchina sterzando, nel tentativo di parcheggiare, sarà praticamente impossibile. 

Si potrà dire addio agli incidenti stradali? A quanto pare se nei prossimi 5 anni il numero di sinistri dovrebbe ridursi del 28%, non si escludono previsioni rosee anche per gli anni a seguire, quando la tecnologia avrà fatto, sicuramente, ulteriori passi in avanti e sarà, dunque, in grado di sopperire alle distrazioni dei guidatori, prima causa di rischio sinistri. In un futuro non remoto, dunque, ci sarà non solo una drastica riduzione del numero di incidenti ma anche la riduzione del rischio di vedersi aumentare il premio assicurativo.

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Lascia un Commento