Assicurazioni, “no al risarcimento patrimoniale per i disoccupati”

Settore: assicurazioni
Data inserimento: 27 luglio, 2015

come-esporre-il-tagliando-di-assicurazione_529333ecd43748b5f4e1c2b91700eeef“Non ci può essere risarcimento di danno patrimoniale dopo un incidente stradale, se la vittima è disoccupata”: questo in sintesi quanto ha stabilito dalla Cassazione con la sentenza n. 14517 del 10 luglio scorso. “Il grado di invalidità permanente – si legge – determinato da una lesione all’integrità psico-fisica non si riflette automaticamente, né tanto meno nella stessa misura, sulla riduzione percentuale della capacità lavorativa specifica e, quindi, di guadagno della stessa. Comunque, affinché il giudice possa procedere all’accertamento presuntivo della perdita patrimoniale da menomazione della capacita lavorativa specifica, anche nei casi in cui l’elevata percentuale di invalidità permanente renda altamente probabile la menomazione di quella specifica, liquidando poi questa specifica voce di danno patrimoniale con criteri presuntivi, è necessario che il danneggiato supporti la richiesta con elementi idonei alla prova in concreto del pregresso svolgimento di una attività economica o alla prova in concreto del possesso di una qualificazione professionale acquisita e non ancora esercitata”.

In pratica se colui che rimane coinvolto in un incidente stradale non ha un lavoro  e riporta un’invalidità permanente, poiché quest’ultima non si riflette automaticamente sulla riduzione percentuale della sua capacità lavorativa specifica e, quindi, di guadagno della stessa non gli spetta il risarcimento del danno patrimoniale. Per tutelarsi, dunque, il danneggiato deve dimostrare di aver già svolto attività professionale o di aver conseguito una qualifica professionale e di poter quindi esercitare un mestiere anche se, al momento dell’incidente, era disoccupato.

Di sicuro la sentenza della Corte Suprema sarà al centro di molte polemiche, in quanto se da un lato  riconosce alla persona priva di lavoro, vittima di un sinistro stradale, i danni personali non gli riconosce i danni patrimoniali se la stessa non è in grado di dimostrare di avere le competenze e le qualifiche per svolgere quella determinata attività.

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Lascia un Commento