Banche. Conti online, li scelgono 17,3 milioni di italiani

Settore: banche
Data inserimento: 26 novembre, 2015

conto“Nell’ultimo semestre sono stati aperti centomila nuovi conti online al mese”. A rivelarlo è stata la seconda edizione del CheBanca! Digital Banking Index, l’osservatorio che misura la digitalizzazione del banking in Italia. Stando ai dati è sempre maggiore il numero di italiani, oltre 17 milioni, che scelgono di affidare i propri risparmi a conti on line. Del resto grazie al nuovo decreto, in vigore dal 26 giugno 2015, cambiare banca è diventato più facile e veloce, occorrono solo 12 giorni e non c’è alcun onere o spesa per il cliente.

Un’agevolazione ancora poco nota agli utenti se si pensa che, stando all’osservatorio, oltre il 50% dei correntisti online non la conosce  e non ne ha beneficiato. Di certo però è in atto una vera e propria rivoluzione nell’ambito bancario che vede una nuova clientela, un utente, quello che spesso sceglie il mondo delle digital bank, molto più attivo e ‘mobile’ nelle proprie scelte bancarie. Dall’indagine è, infatti, emerso che circa il 47% dei correntisti online ha aperto un nuovo conto negli ultimi due anni.

Dal CheBanca! Digital Banking Index è, inoltre, emerso il profilo dei correntisti online: principalmente uomini (57%), tra i 35 e i 44 anni, residenti nel Nord Italia (50%); di questi, circa il 70%, si avvale anche del servizio in filiale, con una media di almeno una visita effettuata negli ultimi tre mese anche se, però, è in crescita la quota di coloro  che preferiscono gestire tutto a ‘distanza’ (il 24%). Salgono anche le percentuali di correntisti on line che interagiscono con la propria banca attraverso i social network: il 16% degli utenti predilige Facebook, mentre il 6% l’Instant Messaging che è il secondo strumento più popolare. Un considerevole sviluppo, poi, c’è stato nell’utilizzo dei servizi di mobile banking: oltre il 25% dei correntisti online accede al proprio conto corrente via app, il 21,6% affianca i servizi di mobile app a quelli del sito, mentre il 3,6% gestisce tutte le operazioni bancarie esclusivamente tramite app.

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Lascia un Commento