Bollette luce e gas, meno care a partire da aprile

Settore: energia
Data inserimento: 2 aprile, 2015

bolletta-elettricita-3580Buone notizie arrivano per i consumatori che, a partire dal primo aprile, si vedranno recapitare  bollette energetiche meno care. La luce costerà l’1,1% in meno, il gas il 4% in meno. Il costo di luce e gas aveva, in realtà, già fatto registrare un ribasso nel primo trimestre del 2015, quando a scendere era stato soprattutto il prezzo della corrente elettrica, ma nei prossimi tre mesi, fino a fine giugno, si registrerà un notevole calo del metano. Quest’ultimo abbassamento dipenderà dall’arrivo del clima mite, durante il quale la domanda cala e di conseguenza i prezzi finiscono per placarsi.

 Per quanto riguarda la spesa dell’energia elettricità, per il prossimo trimestre, il ribasso sarà, invece, dovuto alla riduzione dei costi per l’approvvigionamento elettrico nei mercati all’ingrosso, come sulla Borsa elettrica, dove le fonti rinnovabili d’energia hanno contribuito a calmare le quotazioni del chilowattora. Di certo, però, il ribasso poteva essere maggiormente rilevante se solo non ci fossero stati alcuni leggeri  rincari negli oneri di sistema. L’anno prossimo, infatti, scadranno i certificati verdi sulle rinnovabili, che sono finanziati con una particolare voce della bolletta, la A3, e potrebbe, quindi, arrivare un conto aggiuntivo di un miliardo, da ripartire su più bollette in modo che il loro costo sia più lieve possibile. Inoltre, non tutti sanno che ci costa anche il nucleare del passato: dovremo pagare oltre 100 milioni di euro per il riprocessamento in Inghilterra delle scorie delle nostre quattro vecchie centrali chiuse. Senza dimenticare, infine, che serviranno i fondi anche per il futuro deposito nucleare di cui l’Italia dovrà dotarsi.

I risparmi in dettaglio. Per l’energia elettrica: nel periodo che va dal primo luglio 2014 fino al trenta giugno 2015, la famiglia-tipo avrà avuto una  spesa di 510 euro, con un calo del -1,2% rispetto a luglio 2013-giugno 2014. Per il gas, invece, la spesa della famiglia-tipo per lo stesso periodo è di 1.135 euro, con una riduzione del -5,7%, corrispondente a un risparmio di circa 70 euro.

Di Laura Pinto

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Argomenti trattati: , ,

Lascia un Commento