Bonus 80 euro. Oltre un milione d’Italiani deve restituirlo, chi e perché

Settore: banche Buono a sapersi
Data inserimento: 3 giugno, 2016

bancheIl bonus di 80 euro di Renzi, richiesto dai datori di lavoro per i dipendenti che, all’interno dell’anno fiscale 2015, avrebbero guadagnato tra gli 8 mila ed i 26 mila euro, doveva aiutare la classe media ed a riceverlo sono stati oltre un milione di italiani, ma in molti dovranno ora restituirlo. Perché? A fine anno si sono ritrovati un reddito superiore o inferiore ai limiti previsti (8mila e  26mila euro lordi) oppure perché ci sono stati errori nella compilazione della dichiarazione dei redditi sul modello 730 precompilato.

I dati sono proprio emersi dai calcoli effettuati, in questi giorni, dal dipartimento delle Finanze sui 730 precompilati incrociati con i dati Inps ricevuti nel 2015: a godere del credito d’imposta sono stati in 11,3 milioni, per un ammontare totale di circa 6,1 miliardi di euro. Di questi: 798mila lavoratori lo hanno dovuto restituire integralmente in sede di dichiarazione perché titolari di altri redditi rispetto a quelli presi in considerazione dal datore di lavoro e in 341mila in quanto hanno avuto guadagni al di sotto dei 7.500 euro annui. 

Un “errore” che ha causato non pochi disagi ai lavoratori che se hanno potuto godere, per un anno, degli 80 euro in più mensili in busta paga si sono poi visti detrarre, in un’unica soluzione, il totale ricevuto. Un problema non da poco soprattutto per quella categoria di lavoratori troppo “povera” per pagare le tasse. 

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Argomenti trattati: , , , , ,

Lascia un Commento