Cancro. In arrivo la “super risonanza” elimina le cellule maligne

Settore: new trends
Data inserimento: 3 marzo, 2015

risoÈ stata inaugurata, oggi, presso l’Istituto scientifico romagnolo per la cura dei tumori, la ‘super’ risonanza magnetica. Lo strumento innovativo, combinato con un macchinario che emette ultrasuoni ad altissima intensità focalizzandoli in un punto, è in grado di ‘bruciare’ con precisione, in modo non invasivo e con l’assenza quasi totale di effetti collaterali le cellule maligne.

Una realtà all’avanguardia, non solo in Italia ma anche in Europa, quella che sarà sperimentata nell’Irst, per i prossimi tre anni. Tre saranno i progetti portati avanti per valutare: l’accuratezza diagnostica, la sicurezza, la tollerabilità, il comfort ed il costo-efficacia di questo tipo d’indagine nonché la capacità della risonanza di individuare i danni procurati al fegato ed al cuore dai farmaci chemioterapici e l’utilizzo degli ultrasuoni focalizzati ad alta intensità nel trattamento dalle metastasi ossee e del dolore.

La super risonanza ha una potenza doppia rispetto alla risonanza ‘standard’ e questa caratteristica le consente di individuare lesioni tumorali di appena un millimetro quando in genere i macchinari tradizionali non riescono a monitorarli al di sotto dei 5 millimetri L’innovativo macchinario è, inoltre, in grado di registrare gli aspetti di funzionamento degli organi e di ‘bruciare’ il tumore, in modo non invasivo, in un’area definita e limitata pianificando e monitorando in tempo reale l’andamento del trattamento. Il super macchinario entrerà a pieno regime ad aprile e vi potrà avere accesso chiunque abbia i requisiti per la sperimentazione.

Di Laura Pinto 

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Argomenti trattati: , , ,

Lascia un Commento