Carta d’identità, da marzo diventa elettronica in 153 comuni

Settore: Buono a sapersi new trends
Data inserimento: 26 gennaio, 2016

CIESolo pochi mesi e gli italiani potranno dire addio alla carta d’identità cartacea. Scomoda ed ingombrante, la tessera, a partire dal mese di marzo, sarà, infatti, sostituita da quella elettronica (CIE). A comunicarlo è stata l’Agenzia per l’Italia Digitale (AgID) che ha anche chiarito che il processo sarà graduale: si partirà da 153 comuni ed entro il 2018 “sarà completata, poi, la diffusione su tutto il territorio nazionale”. Il Bel Paese si mette così a passo con gli altri paesi europei dove la carta è stata già adottata.

 Caratteristiche. La card digitale vi farà sentire come dei moderni 007, sarà costituita, infatti, da una smart card su cui saranno presenti le vostre impronte digitali, il codice fiscale e gli estremi dell’atto di nascita, corredati da una serie di elementi di sicurezza come ologrammi, sfondi di sicurezza, micro scritture. Al momento della richiesta il cittadino potrà fornire il proprio consenso alla donazione degli organi e potrà indicare le modalità di contatto, quindi il numero di telefono, l’indirizzo di posta elettronica o l’indirizzo PEC. Tutti i dati del cittadino saranno codificati secondo gli standard europei in materia di documenti elettronici, gli stessi adottati per il passaporto elettronico e per il permesso di soggiorno elettronico, modalità che ridurrà di molto le possibilità di contraffazione.

 Si potrà dire addio, dunque, ai ladri di identità. A lavorare al progetto oltre il Ministero dell’Interno, che mette a disposizione il sistema infrastrutturale garantendo integrità e sicurezza, c’è l’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, responsabile della produzione e della spedizione della CIE, e l’AgID, che svolge funzione di supervisione e raccordo tra i diversi attori coinvolti. Per il momento l’unica cosa che il comunicato dell’Agenzia per l’Italia digitale non chiarisce è se i possessori della Carta di Identità Elettronica di prima e seconda generazione debbano o meno sostituirla e a quale prezzo.

Di Miriam Capuano

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Argomenti trattati: , ,

Lascia un Commento