Clonazione carte di credito, come difendersi e ricevere il rimborso

Settore: banche
Data inserimento: 25 marzo, 2016

clonazioneIl fenomeno della clonazione delle carte di credito è, purtroppo, sempre più diffuso; stando ai dati, infatti, in un solo anno si sarebbe registrato addirittura un aumento del 20%. Incremento dovuto anche alle tecniche sempre più affinate dei truffatori che sembrano studiarle tutte per riuscire a violare i sistemi tecnologici, spesso riuscendo a sfruttare anche le carte di debito. In modo particolare devono fare attenzione gli utenti che utilizzano bancomat contactless che non richiedendo codici PIN per il pagamento di importi inferiori ai 25 euro possono essere maggiormente oggetto di clonazioni.

 Semplice la tecnica. È sufficiente che un malintenzionato dotato di palmare, in grado di copiare i dati della vostra carta, si avvicini a voi mentre state passeggiando o siete su un mezzo pubblico, poi, gli basterà, semplicemente, accostare il dispositivo alla borsa o alla tasca dove avete conservato la vostra card ed il gioco è fatto. Cosa bisogna fare per evitare spiacevoli sorprese? È  meglio acquistare, per tutelare le proprie carte di credito, delle apposite custodie schermate o, in alternativa, avvolgerle nella stagnola: un rimedio fai da te che vi permetterà, però, di raggiungere lo stesso risultato.

In ogni caso, conviene sempre richiedere periodicamente un resoconto dei movimenti effettuati con la carta, solo così vi potreste accorgere, in tempo, di operazioni non autorizzate sul vostro conto. Ovviamente qualora faceste questa spiacevole scoperta la prima cosa da fare sarebbe quella di bloccare istantaneamente la carta e di contestare l’addebito così da ottenere la restituzione di quanto indebitamente sottratto. In caso di clonazione della carta di credito, infatti, la responsabilità civile, secondo una sentenza emessa dal Tribunale di Lecce, ricade sulla banca che non può in alcun modo opporsi al rimborso.

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Argomenti trattati: , ,

Lascia un Commento