Dichiarazione ISEE, in arrivo un nuovo modello e controlli serrati

Settore: Buono a sapersi
Data inserimento: 23 dicembre, 2014

In arrivo un nuovo modello per il calcolo dell’ISEE.  Era da tempo che il vecchio Indicatore della Situazione Economica Equivalente, introdotto quindici anni fa, era apparso inadeguato ad intercettare le persone davvero bisognose, per questo motivo dal 1° gennaio 2015 entrerà in vigore un nuovo modello.

Tutti coloro che dovranno presentare la richiesta per nuove prestazioni dovranno farlo con il nuovo ISEE, quanti, però, sono già beneficiari di prestazioni sociali sulla base del vecchio ISEE alla data del 1° gennaio non devono preoccuparsi di rinnovare subito la propria dichiarazione. A seconda della disciplina fissata dagli enti erogatori, infatti, fino alla scadenza della prestazione, se limitata nel tempo, o della validità della dichiarazione ISEE di cui è in possesso, il cittadino non ha bisogno di attestare la sua posizione con il nuovo ISEE. È solo quando si fa una nuova domanda che bisogna presentare la dichiarazione ISEE con le nuove regole.

Per quanto riguarda i controlli: molti saranno i dati che verranno reperiti direttamente nell’Anagrafe tributaria senza richiederli ai cittadini e nei casi in cui il dato non sia immediatamente disponibile quando è rilasciato l’ISEE, tutte le dichiarazioni saranno successivamente puntualmente verificate. Con il nuovo sistema informativo, dunque, quando non è necessario, il cittadino non dovrà dichiarare, ma quando deve farlo è indotto a dichiarare il vero, perché i controlli non saranno più solo a campione. Nessun problema per i cittadini onesti, ma per quanti dichiareranno il falso ci sarà un inasprimento delle sanzioni pecuniarie in caso di fruizione illegittima delle prestazioni.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Lascia un Commento