Droni poliziotto nei cieli londinesi ed italiani

Settore: new trends
Data inserimento: 7 luglio, 2016

drone-telerilevamento-CNRDa giocattolo supertecnologico a strumento per mettere KO i borseggiatori: nella capitale inglese le forze dell’ordine potrebbero, presto, servirsi di droni per combattere la criminalità. Secondo quanto riportato dall’Evening Standard, infatti, Scotland Yard si sta organizzando per avvalersi della tecnologia per inseguire ed arrestare gli scippatori “motorizzati”. L’idea sarebbe nata in seguito ad alcuni incidenti mortali verificatisi nel corso di inseguimenti di bande in motorino. Sinistri che si sarebbero potuti evitare proprio grazie all’uso dei velivoli pilotati che riuscirebbero agilmente a spostarsi nelle strade londinesi; del resto i droni si sono già dimostrati efficaci in alcune operazioni e soprattutto più economici rispetto all’utilizzo del classico elicottero.

 In Italia? Così come a Londra anche nel Bel Paese le forze dell’ordine si avvalgono di frequente del particolare veicolo per pattugliare le strade e vigilare su cortei e gli stadi. Un drone poliziotto è stato presentato, proprio, un paio di anni fa, durante la fiera “Roma Drone Expo&Show”; battezzato Guardian 2000 e realizzato da AD Precision Mechanics, una startup di Monterotondo in provincia di Roma, il velivolo era dotato di una videocamera orientabile che poteva inviare ad un computer remoto tutte le immagini che stava riprendendo.  È anche vero, però, che a Roma, i droni sono stati inseriti fra le potenziali minacce  per il Giubileo. Dall’inizio del Giubileo, infatti, ne sono già sequestrati più di venti per voli non autorizzati, nella  maggior parte dei casi vicino al Colosseo, pilotati da turisti, documentaristi, titolari di agenzie matrimoniali.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Argomenti trattati: , , , , ,

Lascia un Commento