Elettricità. Arrivano i contatori intelligenti, i vantaggi per i consumatori

Settore: energia
Data inserimento: 6 maggio, 2016

images (1)Controllare i propri consumi e sapere, ogni 2 minuti, quanta energia elettrica si sta utilizzando: è questo ciò che consentirà di fare  il nuovo contatore della luce che l’Enel istallerà nelle case di oltre 33 milioni di consumatori. “L’innovazione – come spiega  lo stesso Enel  - è rappresentata dal Telegestore, un insieme di apparati elettronici interconnessi, di cui fa parte anche il contatore elettronico. Il Telegestore consente di gestire e misurare i consumi elettrici a distanza, rendendo più semplice, trasparente e rapido il rapporto con il gestore del servizio di energia elettrica”.

Essere aggiornati sui chilowatt (kW) prelevati e non solo, grazie ai nuovi contatori trifase, gli utenti potranno conoscere, in ogni momento, l’effettiva potenza assorbita dalle proprie lampadine, elettrodomestici e apparecchi elettrici ed ottenere rapidamente l’attivazione, la modifica o la cessazione del contratto con il proprio fornitore di energia elettrica. Per capire quale modello di contatore si possiede basta leggere i suoi dati di targa posizionati sotto il display. I modelli trifase più diffusi sono: GET2A, normalmente installato ai clienti con un contratto con potenza disponibile fino a 16,5 kW; GET3A, installato ai clienti con un contratto con potenza disponibile superiore a 16,5 kW e fino a 33 kW; GET4S e GISS modelli normalmente installati ai clienti con un contratto di potenza disponibile superiore a 30kW. I primi due sono ad inserzione diretta, cioè utilizzati mediante collegamento diretto alla rete elettrica, e dotati di un dispositivo per il controllo della fornitura di energia elettrica. Gli ultimi due, invece, “sono a inserzione semi-diretta cioè collegati alla rete elettrica mediante trasformatori di misura per la corrente; non sono dotati di organo di manovra”.

Come usarlo. Il contatore elettronico è semplice da usare, al centro è presente un display a cristalli liquidi  e sulla destra un pulsante di lettura per poter accedere ai dati; ogni volta che si schiaccia quest’ultimo, sul display del contatore compaiono ciclicamente nuove informazioni: dal codice cliente, numero che identifica il contratto di fornitura di energia elettrica, alla fascia oraria del giorno in cui si effettua la lettura del contatore e può essere, quindi, F1 (ore di alto carico, dalle 8.00 alle 19.00 dal lunedì al venerdì), F2 (ore di medio carico, dalle 7.00 alle 8.00 e dalle 19.00 alle 23.00 dal lunedì al venerdì e dalle 7.00 alle 23.00 del sabato)o F3 (ore vuote, dalle 00.00 alle 7.00 e dalle 23.00 alle 24.00 dal lunedì al sabato e tutte le ore della domenica e dei giorni 1° maggio e 6 gennaio; lunedì dell’Angelo; 25 aprile; 1° maggio; 2 maggio; 15 agosto; 1° novembre; 8, 25, 26 dicembre); fino alla potenza istantanea che aggiornata ogni 2 minuti, consente ai consumatori di conoscere la potenza utilizzata dai singoli apparecchi e acquisire, così, una maggiore consapevolezza dei propri consumi. “Per verificare l’assorbimento del singolo elettrodomestico – come chiarisce l’Enel -basterà spegnere tutti gli altri apparecchi elettronici presenti in casa e lasciare acceso solo quello di cui si vuole conoscere la potenza utilizzata”.

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Lascia un Commento