Energia: con la Tutela SIMILE per le famiglie sconti una tantum in bolletta

Settore: energia
Data inserimento: 10 marzo, 2017

Alcuni contatori elettrici in una immagine di archivio. Il Senato ha convertito definitivamente in legge il decreto sull'energia. Hanno votato afavore 145 senatori, 97 sono stati quelli contrari e nessunaastenuto.    Il provvedimento ha ristabilito l'incompatibilita' fra la carica di presidente dell'Agenzia nazionale per la sicurezza nucleare e il mandato parlamentare.  LANCIA - ANSA ARCHIVIO“Accompagnare le famiglie e le piccole imprese verso il mercato libero che sarà l’unica modalità di fornitura che rimarrà in vigore a partire dal 2018”: è questo l’obiettivo dell’offerta Tutela SIMILE, attivata dall’Autorità per l’energia elettrica, lo scorso gennaio.  La nuova fornitura consentirà ai consumatori non solo di vedersi applicare un prezzo del tutto confrontabile al quello del servizio di Maggior Tutela, entrambi aggiornati trimestralmente, ma anche di usufruire di un bonus una tantum sulla prima fattura, definito da ciascun fornitore ‘ammesso’ per ogni tipologia di cliente; sconto che arriva oltre i 100 euro per le famiglie e intorno ai 200 euro per i clienti non domestici.

Come richiedere di aderire alla Tutela SIMILE. I consumatori ancora servite in maggior tutela possono  attraverso il sito web www.portaletutelasimile.it, scegliere una delle offerte tra i fornitori ammessi. “Le proposte per la sola fornitura dell’energia elettrica – si legge in una nota dell’Autorità – senza ulteriori servizi, sono omogenee nella struttura contrattuale, ma differenziate nel prezzo, che è quello della Maggior Tutela scontato del predetto bonus, applicabile una sola volta già nella prima bolletta”. Per richiedere il nuovo contratto ai clienti basterà solo un clic grazie al quale verranno messi in contatto diretto con il venditore prescelto, senza costi di intermediazione o di vendita a distanza. Il contratto ha validità di un anno, non rinnovabile, dopo di che l’utente potrà scegliere una nuova offerta di Mercato libero dello stesso venditore o di un altro, oppure rientrare in Maggior Tutela finché disponibile. Se non stipulerà un nuovo contratto, il consumatore resterà con il venditore scelto per la Tutela SIMILE e gli saranno applicate condizioni contrattuali ed economiche di Mercato libero in base a una struttura standard definita dall’Autorità.

Un aiuto per gli utenti. Per i clienti c’è anche la possibilità di accedere alla Tutela SIMILE mediante l’intermediazione di soggetti ‘facilitatori’, con il compito di informare e semplificare l’accesso attraverso il portale web, ruolo ricoperto dalle Associazioni dei consumatori o quelle di categoria della piccola media impresa accreditate.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Lascia un Commento