Energia: da gennaio l’elettricità in aumento del 5,3%, il gas del 5%

Settore: energia
Data inserimento: 16 gennaio, 2018

gasBrutte notizie per i consumatori italiani che in questo primo trimestre dell’anno registreranno un incremento sulle bollette di elettricità e gas. A renderlo noto è l’Autorità per l’energia e il gas che precisa che l’aumento sarà di un +5,3% per le forniture elettriche e un +5% per le forniture di gas.

Nel dettaglio. “L’aumento per l’energia elettrica per la famiglia tipo – si legge – è determinato dalla crescita dei costi di approvvigionamento, che contribuisce per circa + 3,8% alla variazione complessiva della spesa per il cliente tipo. Incremento che al suo interno comprende la variazione del +1,3% dei costi di acquisto, del +1,2% circa dei costi di dispacciamento e del +1,3% circa della componente di perequazione per il recupero tra costi di approvvigionamento attesi e quelli reali registrati nei trimestri precedenti. Il rialzo degli oneri generali di sistema contribusice al +1,9% sulla spesa del cliente tipo, determinato per intero dalla variazione della componente degli oneri generali per la copertura degli incentivi alle imprese a forte consumo di energia, mentre sono stabili tutte le altre componenti. Leggero aggiustamento per la componente di commercializzazione e vendita, +0,1% sulla spesa del cliente tipo. Rialzi controbilanciati in parte dal calo delle tariffe di trasmissione, distribuzione e misura, -0,5% sulla spesa del cliente tipo. Si arriva così al +5,3% finale per la spesa complessiva del cliente tipo che si troverà a pagare  circa 535 euro, con una variazione del +7,5% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente (1° aprile 2016 – 31 marzo 2017), corrispondente a un aumento di circa 37 euro/anno.

L’aumento per il gas è, invece, determinato principalmente “dalle dinamiche legate alle stagioni invernali, con consumi e quotazioni in aumento a livello europeo, che implicano la crescita dei prezzi anche nei mercati all’ingrosso italiani”. In termini di spesa la famiglia tipo si troverà a pagare circa 1.044 euro, con una variazione del +2,1% rispetto ai 12 mesi equivalenti dell’anno precedente, corrispondente ad un aumento di circa 22 euro/anno.

 

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Lascia un Commento