Energia dall’idrogeno, il progetto made in Italy sbarca a Barcellona

Settore: energia
Data inserimento: 25 settembre, 2015

EDEN-approachCatturare l’idrogeno in un materiale allo stato solido così da poterlo utilizzare come fonte di energia per le case ed i luoghi pubblici eliminando, allo stesso tempo, i rischi legati all’attuale stoccaggio del gas in pericolosi recipienti sotto pressione: è ciò che consente di fare Eden (High Energy Density Mg-based Metal Hydrides Storage System). Un progetto Europeo che, partito nel 2012 con un finanziamento di 1,5 milioni di euro, è stato realizzato da un gruppo di ricercatori della Fondazione Bruno Kessler di Trento insieme a sei partner europei.

In realtà, le grandi potenzialità dell’idrogeno, in grado di fornire l’energia termica ed elettrica necessaria ad un’abitazione per 24 ore, sono da tempo note, ma ora il gruppo di studiosi le ha rese anche disponibili diminuendo i rischi legati allo stoccaggio del gas, grazie ad un nuovo materiale composto per lo più da magnesio. Un materiale solido che riesce a catturare e trattenere gli atomi di idrogeno sulla propria superficie. Attraverso un sistema di batteria ad idrogeno, il dispositivo prevede l’utilizzo di energia variabile e intermittente di sole e vento, grazie ad una pila a combustibile, che può essere alimentata da fonti rinnovabili e permette la produzione di idrogeno dall’acqua. Poi è stato ideato un serbatoio, che contiene il materiale a base di magnesio e consente l’accumulo di idrogeno. Altre componenti completano il sistema, consentendo il rilascio dell’idrogeno e la produzione di energia elettrica quando necessario all’utente.

Messo a punto, il rivoluzionario prototipo, abbinato ad un impianto solare fotovoltaico, verrà ora sperimentato in un quartiere di Barcellona dove sarà installato in un’area adibita a spazi pubblici. Chi si troverà a passeggiare di notte proprio nel centro della città catalana potrà, così, godere dell’energia accumulata nel sistema Eden durante il giorno.

Di Miriam Capuano

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Argomenti trattati: , , ,

Lascia un Commento