Energia. Lampadine alogene addio, il futuro è di quelle a Led

Settore: editoriali new trends
Data inserimento: 13 settembre, 2018

ledSono ancora pochi i consumatori che sanno che dal 1 settembre è in vigore la direttiva Ue del 2009 che mette al bando le lampade alogene. I negozianti potranno vendere, per il momento, solo le scorte di magazzino che dovranno, poi, essere sostituite con lampadine a basso consumo energetico. In realtà la riforma sarebbe già dovuta entrare in vigore due anni fa, ma è slittata per consentire tutti i Paesi di adeguarsi.

Nel dettaglio. Il divieto non vale, però, per tutte le la lampade ad alto consumo energetico, saranno, infatti, messe al bando solo quelle con attacco a vite E14 ed E27 e quelle con attaccato G4 e GY6.35. Le R7 e le G9 si potranno, invece, ancora comprare ma solo se almeno di classe energetica C (via quindi le D e le E), così come le GU10 e le GZ10.

Scegliere lampadine a Led conviene ai consumatori e fa bene all’ambiente. Secondo i calcoli di Confindustria, infatti, le famiglie italiane risparmieranno sulle bollette elettriche fino a 115 euro all’anno. Le Led consentono, ovvero, un risparmio di energia di circa cinque volte rispetto a quello delle alogene senza tenere in considerazione il fatto che il loro ciclo di vita è di circa 20 anni contro un massimo di quattro delle alogene. Convenienza economica, ma anche vantaggi per l’ambiente. Per gli esperti l’impatto delle emissioni di CO2 dovrebbe ridursi di circa 15 milioni di tonnellate entro il 2025, ma si risparmieranno anche 75 milioni di barili di petrolio.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Argomenti trattati: , , , , ,

Lascia un Commento