Rinnovabili, l’Italia è green

Settore: energia
Data inserimento: 5 agosto, 2014

Energia eolica e fotovoltaicaIn Italia le fonti rinnovabili sono in crescita. Secondo il rapporto mensile di Terna, infatti, nel periodo gennaio-giugno 2014 le fonti alternative sono riuscite a coprire, con oltre 59 terawattora, il 38,6% della domanda e il 44,7% della produzione totale. Impennata resa evidente dal confronto con i dati dei primi sei mesi del 2013 quando queste quote erano, rispettivamente, del 35,4% e 40,5%. Ad Aumentare è stata, in particolare, la generazione da idroelettrico, che ha registrato un +11,1%, pari al 51,4% di tutte le rinnovabili, il fotovoltaico che ha segnato un +8,6% e il geotermolettrico con +4,7%. Un calo di circa 700 GWh si è invece censito nell’eolico (-8,1%) e nella produzione termoelettrica dove si è registrato un meno 10,1% per circa 8,8 TWh.

Bilancio positivo, dunque, per l’Italia, che, diventa più green grazie al  fotovoltaico, che copre il 7,7% della domanda, circa 8,9% della produzione nazionale, e che insieme all’eolico soddisfano il 13% del fabbisogno elettrico del semestre. Conseguenza di ciò è un altro dato interessante, emerso dal rapporto per questo primo semestre del 2014, ovvero il calo della domanda di elettricità del 3% rispetto ai primi sei mesi del 2013 e del 4% della produzione.

Il Bel Paese fa meglio della Spagna dove, secondo la Terna spagnola,  le rinnovabili hanno coperto il 50,4% della domanda di elettricità.A farla da padrone nella penisola iberica, però, è l’eolico che è diventato la prima tecnologia con il 23,2% della generazione sul totale.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Argomenti trattati: ,

Lascia un Commento