Incidenti stradali, addio ai falsi testimoni

Settore: assicurazioni
Data inserimento: 4 marzo, 2016

rcArriva la stretta sui falsi testimoni di sinistri stradali grazie alle novità contenute nel ddl Concorrenza con l’approvazione di alcuni emendamenti in commissione Industria al Senato. Chi fosse, dunque, solito prestarsi a testimoniare in tribunale per incidenti per i quali si siano danneggiate solo le cose e non le persone, dovranno tenere ben in conto il numero dei processi a cui partecipano. Se nell’arco di cinque anni, infatti, saranno chiamati a testimoniare in più di tre cause per sinistri stradali, il giudice trasmetterà un’informativa alla procura della Repubblica segnalando la ricorrenza dei loro nominativi.

Per quanto riguarda, invece, le polizze accessorie che tutelano, per esempio, dal furto e incendio dei veicolo scadranno, così come l’Rc auto, automaticamente ogni anno, senza il tacito rinnovo e senza che l’assicurato ne debba fare richiesta. Un’altra importante novità introdotta dal ddl è quella che va a vantaggio dei consumatori che decidono di cambiare compagnia consentendogli di mantenere la propria classe di merito. Cambiare assicurazione, quindi, non solo diventa più facile, ma anche più economico: gli automobilisti che sceglieranno di passare ad una nuova compagnia non rischieranno più di vedersi retrocessi e costretti a pagare un premio più alto solo perché nuovi clienti.

 Detto in altri termini: l’emendamento approvato dispone che le assicurazioni, nell’ambito della classe di merito, debbano garantire le stesse condizioni di premio a tutti gli assicurati aventi identiche caratteristiche di rischio, a prescindere che si tratti di un nuovo o vecchio cliente. Le compagnie, infine, non possono differenziare la progressione e la attribuzione delle classi di merito interne in base alla durata del rapporto contrattuale o in base ad altri parametri che limitino la mobilità e la libertà di scelta dei consumatori tra le diverse assicurazioni.

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Argomenti trattati: , , ,

Lascia un Commento