Italiani stanchi delle Fake news, Whatsapp testa soluzioni

Settore: editoriali new trends
Data inserimento: 9 luglio, 2018

Whatsapp-920x518Gli internauti italiani sono stanchi di fake news, finti profili e comportamenti scorretti tenuti in rete da “anonimi”. E’ questo quanto è emero dal rapporto Agi-Censis secondo il quale il 76,8% dei consumatori sarebbe favorevole all’introduzione dell’obbligo di fornire un documento di identità all’atto di iscriversi a un social network.

Nel dettaglio, il 33,2% del campione vorrebbe la verifica sull’identità per evitare profili anonimi, il 28,7% per fare in modo che gli utenti rispondano direttamente dei loro comportamenti in rete, e il 14,9% per controllare l’età minima di iscrizione”. Solamente il 12,3% degli utenti, invece, si dice contrario perché sarebbe un altro modo di fornire informazioni alle aziende, mentre il restante 10,8% ritiene che in rete si dovrebbe essere liberi, anche di creare un profilo anonimo.

Intanto, i Social, come whatsApp, stanno cercando le soluzioni migliori per garantire agli internauti italiani maggiore sicurezza durante la navigazione. È stato recentemente confermata l’indiscrezione secondo la quale il noto social, che conta 1,5 miliardi di utenti mondiali che inviano 65 miliardi di messaggi al giorno, starebbe ufficialmente testando una funzione contro spam e fake news come il contrassegnare un messaggio inoltrato per far capire che non è stato scritto dall’utente ma semplicemente copiato da un’altra conversazione, quindi non verificabile.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Argomenti trattati: , , , ,

Lascia un Commento