Luce e gas, in arrivo bollette più care

Settore: energia
Data inserimento: 9 ottobre, 2014

gas-euro_650x447Il mese di ottobre, iniziato da poco più di una settimana, è portatore di cattive notizie per i consumatori italiani. L’Authority per l’Energia ha reso, infatti, noto che saranno più care le bollette di gas ed elettricità. Gli utenti già dalla prossima ricevuta si troveranno, dunque, un incremento per il gas del 5,4% e per la luce dell’1,7% . Tradotto in cifre, una famiglia tipo, nel prossimo trimestre, dovrà sostenere una spesa aggiuntiva di 2 euro sui consumi di gas e di 19 euro per la luce. A causare l’aumento del gas sarebbero state le tensioni sui mercati legate agli attesi rialzi stagionali della materia prima e alla crisi russoucraina.

Nonostante i numeri, l’Autorità,  ha voluto però rassicurare i consumatori, ricordando la riforma che, dallo scorso anno, ha agganciato i prezzi italiani a quelli dei mercati europei, eliminando anche molti costi strutturali negativi. Cosa che permetterà alla famiglia tipo un risparmio, nel 2014,  di 84 euro rispetto ai 1.257 euro complessivi della bolletta del gas di tutto il 2013 e di circa 66 euro (-5,3%) rispetto al 2012. Un dato positivo, dunque, ci sta: i consumatori italiani pagano la materia prima gas come gli altri consumatori europei.

Gli aumenti sulle bollette dell’energia elettrica, invece, sarebbero in gran parte causati dal recupero degli scostamenti rispetto alle stime del costo di approvvigionamento della materia prima e della necessità di finanziare alcuni oneri di sistema. Tra questi la messa in sicurezza del nucleare A2 e gli incentivi alle fonti rinnovabili che fa registrare un+ 0,4%. La somma di questi vari elementi avrebbe portato ad un aumento del +1,9%, ma grazie alla riduzione dello 0,2% dei costi di dispacciamento, è stato possibile contenere l’incremento trimestrale all’1,7%.

 Intanto, l’Authority ha ribadito l’importanza di intervenire per rafforzare i bonus elettricità e gas a sostegno dei soggetti economicamente più vulnerabili: dall’estensione della platea dei beneficiari, ai criteri di accesso fino all’importo dello sconto.

 

Di Laura Pinto

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Argomenti trattati: , , ,

Lascia un Commento