Contributi infanzia per mamme lavoratrici, come ottenerne l’assegnazione

Settore: Buono a sapersi
Data inserimento: 21 gennaio, 2015

Buone notizie per le madri lavoratrici che possono chiedere un contributo economico utilizzabile, alternativamente, per il servizio di baby-sitting o per far fronte agli oneri della rete pubblica dei servizi per l’infanzia o dei servizi privati accreditati.  Ad introdurre il contributo, in via sperimentale per gli anni 2013-2015, è stato l’articolo 4, comma 24, lettera b) della legge 28 giugno 2012, n. 92.

Sono ammesse alla presentazione della domanda. Le madri lavoratrici aventi diritto al congedo parentale, dipendenti di amministrazioni pubbliche o di privati datori di lavoro, oppure iscritte alla gestione separata  che, al momento della domanda, siano ancora negli undici mesi successivi al termine del periodo di congedo di maternità obbligatorio.

 Tutti i dettagli sul sito dell’Inps.

 

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Argomenti trattati: , , ,

Lascia un Commento