Milleproroghe convertito in legge, le novità del settore Energia

Settore: energia
Data inserimento: 1 marzo, 2016

salaIl Milleproroghe porta con sé una serie di novità. Per quanto riguarda la bolletta elettrica sarà l’Autorità per l’Energia a dover adeguare la struttura delle componenti tariffarie relative agli oneri di sistema applicate ai clienti non domestici ai criteri che governano la tariffa di rete per i servizi di trasmissione, distribuzione e misura. Gli oneri di sistema, dunque, verranno spostati in parte sulle componenti fisse cosa che renderà meno convenienti gli investimenti dei consumatori in autoproduzione ed efficienza energetica.

Per gli impianti a rinnovabili colpiti dal sisma del 2012, nelle zone dell’Emilia, del Veneto e della Lombardia, il Milleproroghe concede un anno di tempo in più per l’entrata in esercizio. Questo vuol dire che tali impianti potranno beneficiare degli incentivi, cui avevano diritto alla data dell’8 giugno 2012, se entreranno in esercizio entro il 31 dicembre 2016. Per gli impianti a rinnovabili già autorizzati al 30 settembre 2012 nelle medesime zone, invece, il Milleproroghe dispone che, se entreranno in esercizio entro fine 2016, potranno beneficiare degli incentivi vigenti al 6 giugno 2012. Viene, inoltre, prorogato per due anni il servizio di superinterrompibilità elettrica per Sardegna e Sicilia: un’agevolazione tecnicamente identica alla interrompibilità (cioè gli sconti ad alcuni grandi consumatori elettrici in cambio alla disponibilità di farsi interrompere la fornitura in caso di necessità) ma con remunerazione economica doppia che vale solo per le isole Sicilia e Sardegna.

Slittano, invece, a fine 2016 l’obbligo per le Regioni di introdurre corsi di formazione per gli installatori di impianti a fonti rinnovabili ed al 1° gennaio 2017 il termine per l’applicazione dei limiti di emissione per gli impianti industriali per permettere all’Autorità competente l’aggiornamento dell’autorizzazione.

Di Laura Pinto

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Lascia un Commento