Mondiali dell’efficienza energetica, Italia medaglia d’argento

Settore: energia
Data inserimento: 1 settembre, 2014

energiaL’Italia è medaglia d’argento per efficienza energetica: questo, almeno, quanto è emerso dalla classifica mondiale stilata dall’organizzazione no-profit statunitense ACEEE (American Council for Energy Effiency Economy). Ad aggiudicarsi la medaglia d’oro è stata la Germania a seguire l’intera Unione Europea e poi Cina, Francia, India, Giappone, Regno Unito e Spagna. Nel report  sono state prese in considerazione le 16 economie che pesano per il 71% dei consumi energetici e per l’81% del Pil del pianeta. Inoltre, sono state valutate le performance ottenute e le politiche messe in campo dai vari Paesi a cui sono stati assegnati quattro punteggi, uno generale e uno per ciascuno di tre settori ovvero trasporti, edilizia e industria.

Parametri che hanno permesso all’Italia di conquistare il podio. In modo particolare è risultata prima ad efficienza energetica  nei trasporti : settore per il quale è stato considerato il numero contenuto dei km pro-capite percorsi dagli italiani, avvantaggiati dalla modesta superficie del Bel Paese rispetto alle enormi distanze canadesi e statunitensi; il possesso di un parco veicoli con consumi molto bassi nonché un buon rapporto tra investimenti su trasporto ferroviario e su strada.  Un buono voto il nostro paese l’ha ottenuto anche per le  politiche per l’efficienza energetica, per la quale sono state considerate  i 15 Mtep che risparmieremo con l’attuazione della direttiva europea sull’efficienza (la 2012/27/EU, attuata dal  decreto appena pubblicato in Gazzetta ufficiale ) e le varie politiche di sostegno messe in campo.

La classifica ha inoltre evidenziato che tutti  i paesi  in gara hanno  ampi margini di miglioramento  da conseguire. In modo particolare gli Stati Uniti che si sono collocati al tredicesimo posto. A dover migliorare anche l’Italia, soprattutto nell’edilizia, settore in cui  abbiamo performance nella media europea per quanto riguarda il residenziale, ma non  per gli edifici commerciali, per i quali i consumi di energia per metro quadrato sono maggiori di qualsiasi altro paese censito nel report.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Laura Pinto

Argomenti trattati: , ,

Lascia un Commento