“Motore”, il robot per la fisioterapia a domicilio

Settore: new trends
Data inserimento: 19 febbraio, 2015

robotLa tecnologia arriva a sostegno della salute. Per i pazienti che vogliono curare a casa gli effetti dell’ictus presto sarà a disposizione “Motore”, un robot portatile, collegato via web con il fisioterapista. Il prototipo, sviluppato in Italia da Humanware, una spin off della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, in collaborazione con il Laboratorio di robotica percettiva dell’istituto Tecip, Tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione, della Percezione, della stessa università, è pronto per la commercializzazione sui mercati internazionali.

Semplice il funzionamento. Motore è piccolo e leggero, si muove su ruote ed è collegato senza fili ad un pc, attraverso il quale il paziente esegue gli esercizi. A differenza degli agli altri bracci robotici per la riabilitazione messi a punto finora, quindi, può essere facilmente posizionato su una scrivania. È lo stesso robot, inoltre, a misurare forza e movimenti, e a valutare i progressi ottenuti dai pazienti grazie alla terapia.

 Il robot è stato, già, sperimentato con successo in un centro di riabilitazione e nell’ospedale di Cisanello di Pisa. Al momento è specializzato nella riabilitazione degli arti superiori in seguito a traumi neurologici. Motore propone ai pazienti una serie di giochi riabilitativi che coinvolgono tatto, vista e udito per facilitare così un totale recupero delle funzionalità ed ottenere il massimo dalla riabilitazione.

Di Miriam Capuano

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Lascia un Commento