Mutuo prima casa, fondo statale da 650 milioni

Settore: Buono a sapersi
Data inserimento: 4 novembre, 2014

AMFXN7Frutto del Protocollo firmato tra Dipartimento del Tesoro e ABI (Associazione Bancaria Italiana), il Fondo, con una dotazione finanziaria di circa 650 milioni di euro, permette ai cittadini l’acquisto con interventi di ristrutturazione e accrescimento di efficienza energetica di immobili, non di lusso, da adibire ad abitazione principale. Il fondo può finanziare massimo il 50 per cento della quota capitale del mutuo, per un ammontare non superiore a 250mila euro.

Il fondo è rivolto:  alle giovani coppie, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni; ai nuclei familiari dov’è presente un solo genitore con figli minori; a giovani di età inferiore ai trentacinque anni titolari di un rapporto di lavoro atipico; ai conduttori di alloggi di proprietà degli IACP, case popolari comunque denominate.

 I tempi. Il Protocollo fissa scadenze certe per l’operatività del Fondo: le banche/intermediari finanziari hanno trenta giorni lavorativi, dal momento della loro adesione all’iniziativa, per erogare il servizio ai cittadini, a patto che la Consap, società del MEF gestore del Fondo, abbia predisposto da almeno 30 giorni lavorativi il manuale d’uso per l’accesso delle stesse banche all’infrastruttura telematica. Attivata la procedura, i cittadini potranno presentare le domande di accesso al Fondo direttamente alla banca/intermediario finanziario cui si richiede il mutuo ipotecario, utilizzando la modulistica che sarà resa disponibile sul sito del Dipartimento del Tesoro, sul sito della Consap e  sui siti di tutte le banche/intermediari finanziari aderenti. 

Elenchi delle banche aderenti al Protocollo. Saranno  disponibili sul sito dellaConsap, oltre che sul sito dell’ABI.

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Emiliana Avellino

Argomenti trattati: , , ,

Lascia un Commento