“Programma Rita Levi Montalcini”: messi a bando 24 posti di ricercatore

Settore: Buono a sapersi
Data inserimento: 9 marzo, 2016

IIesercitazione_2È stato pubblicato lo scorso 2 marzo il bando 2015 del Programma Rita Levi Montalcini che mira a portare in Italia giovani ricercatori che siano stati impegnati da almeno un triennio in attività didattiche o di ricerca all’estero.

Requisiti. Possono partecipare alla selezione coloro che abbiano conseguito il titolo di dottore di ricerca, o equivalente, successivamente al 31 ottobre 2009 ed entro il 31 ottobre 2012. La data di conseguimento del titolo di dottorato corrisponde con il giorno del superamento dell’esame finale come previsto dall’art. 6, comma 3, del D.M. 224 del 30 aprile 1999. Il limite temporale del 31 ottobre 2009  può essere anticipato di un periodo pari alla durata degli eventuali periodi di sospensione del corso di dottorato per maternità e paternità, per grave e documentata malattia e per servizio nazionale, ai sensi dell’art. 6, comma 2 del predetto DM n. 224/1999, fatto comunque salvo che in tal caso il conseguimento del titolo di dottore di ricerca o equivalente non può essere anteriore al 30 aprile 2008; quanti risultino, al momento di presentazione della domanda,  stabilmente impegnati all’estero da almeno un triennio in attività didattica o di ricerca presso qualificate istituzioni universitarie o di ricerca. I servizi prestati all’estero in ragione di borse di studio o di finanziamenti ottenuti in Italia non sono computabili ai fini della maturazione del triennio di attività di ricerca o di didattica svolto all’estero. Nel corso del triennio precedente alla presentazione della domanda, inoltre, gli studiosi non devono aver ricoperto alcuna posizione (ricercatori a tempo determinato,  assegnisti, contrattisti,  dottorandi anche iscritti a corsi di dottorato in co-tutela con università e centri di ricerca stranieri, titolari di borse di studio) presso enti/istituzioni universitarie e non, nel territorio dello Stato Italiano.

Modalità e termini di partecipazione. Le domande dovranno essere presentate esclusivamente per via telematica, attraverso l’apposito sito web Miur-Cineca, entro e non oltre trenta giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto sulla Gazzetta Ufficiale (2 marzo). Le candidature saranno valutate da un Comitato composto dal Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane e da quattro studiosi di alta qualificazione scientifica in ambito internazionale, nominati dal Ministro, con il compito di esprimere motivati pareri sulla qualificazione scientifica dei candidati e sulla valenza scientifica dei progetti di ricerca. Le liste di priorità e il risultante elenco dei 24 vincitori saranno poi approvati dal Ministro e pubblicate sul sito del Ministero.  Per ulteriori informazioni consultate il bando ufficiale.

 

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Lascia un Commento