Rc Auto. Addio ai furbetti, parte “Targa system” e le polizze saranno meno care

Settore: assicurazioni
Data inserimento: 16 ottobre, 2015

targaUltimi due giorni e poi potrete dire, definitivamente, addio al tagliando cartaceo dell’assicurazione esposto sui parabrezza delle vostre auto. A partire da domenica 18 ottobre, infatti, ad attestare se avete pagato o meno la polizza ci penserà la vostra targa. “Targa system” è il nome del nuovo sistema con il quale il ministero dei Trasporti intende evitare ogni sorta di frode alle assicurazioni, eliminando ogni rischio che il bollo possa essere falsificato. I truffatori hanno, dunque, le ore contante: tutte le telecamere delle Ztl o degli autovelox dovrebbero  essere già state omologate per poter comunicare, in tempo reale, se un veicolo è assicurato o meno.

Un sistema che dovrebbe scovare i circa  3,5 milioni di veicoli che in Italia, stando ai dati dell’Associazione nazionale delle imprese assicuratrici (Ania), girano senza polizze, ma anche portare alle compagnie assicurative un risparmio di circa 100 milioni di euro. A fare la stima è stato il sito italiano Facile.it, secondo il quale dal taglio potrebbe derivare un’ulteriore discesa dei premi pagati dagli automobilisti, che è stato, in realtà, un trend costante nell’ultimo anno. Secondo i dati dell’osservatorio RC Auto del sito e Assicurazione.it, infatti, a settembre 2015 il costo medio di una polizza auto è stato pari a 511,44 euro: l’11,18% in meno di sei mesi fa e addirittura il 20,55% in meno rispetto a settembre 2014.

La regione che, nell’ultimo anno, ha visto scendere maggiormente i premi RC auto è la Campania che ha registrato un -39,27%, con un premio medio di 801,72 euro. Segue, per il calo dei prezzi, la Puglia  con -33,15% con un premio medio di 629 euro. Se invece guardiamo all’importo delle polizze, la seconda regione con i prezzi più cari per assicurare l’auto è la Calabria dove, nonostante un calo annuale del 27,75%, si è registrata una media di 646,04 euro. Le regioni in cui, invece, assicurare i veicoli costa decisamente meno sono: la Valle d’Aosta, dove a fronte di un calo annuale del 20,62% si paga un premio medio di 333,67 euro; il Friuli Venezia Giulia con un -23,04% e un premio di 352,76 euro ed il Trentino Alto Adige dove si registra un -21,47% e premio da 362,96 euro. A giovare, invece,  di una riduzioni inferiore dei prezzi sono state: il Molise  con -8,47% con premio medio di 480,11 euro, la Basilicata con -13,34% e premio medio pari a 472,67 euro e l’Abruzzo con -13,56% e 489,03 euro pagati in media per ciascuna polizza.

L’arrivo del nuovo sistema dovrebbe, dunque, generare un ulteriore calo dei prezzi, ma soprattutto, guardando agli effetti di lungo periodo, dovrebbe tutelare maggiormente i cittadini onesti limitando i casi di incidenti in cui vengono coinvolte auto senza copertura.

Di Alessandro Casta

 

 

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Lascia un Commento