Rc auto, scompare l’attestato di rischio cartaceo

Settore: assicurazioni
Data inserimento: 21 maggio, 2015

attestato-di-rischioAttestato di rischio cartaceo addio. Dal 1 luglio 2015 tutti i nuovi contratti di assicurazione auto dovranno essere caratterizzati dal nuovo attestato di rischio elettronico. Parte, dunque, la dematerializzazione del documento che riporta il numero dei sinistri denunciati, negli ultimi cinque anni assicurativi, dall’utente che ha sottoscritto la polizza. Le informazioni contenute nel nuovo attestato di rischio elettronico saranno accessibili, in modo diretto, alle varie compagnie assicurative: il documento, infatti, sarà depositato in una banca dati condivisa, controllata dall’Istituto di vigilanza sulle assicurazioni.

La nuova procedura  semplificherà la vita dei consumatori: chi deciderà, infatti, di cambiare compagnia non dovrà più inviare l’attestato di rischio alla nuova assicurazione, ma saranno le  compagnie a doversi occupare di tutto. Ovviamente ciò non toglie che anche gli assicurati avranno non solo possibilità di consultare, sul sito web della propria compagnia, il proprio attestato di rischio elettronico e verificare le  altre informazioni sulla propria posizione assicurativa, ma, in alternativa, di richiedere ulteriori modalità di consegna come l’invio per posta elettronica, mediante App per smartphone o tablet o sui social network delle compagnie.

L’attestato di rischio cartaceo ha, ormai, i giorni contati, stando al regolamento il nuovo documento deve essere consegnato agli assicurati almeno 30 giorni prima della scadenza del contratto, questo vuol dire che la dematerializzazione inizierà già dal prossimo 1 giugno 2015. Niente paura, però, gli italiani nostalgici e, soprattutto, poco amanti delle nuove tecnologie avranno sempre la possibilità di richiedere ed ottenere una stampa su carta dell’attestato di rischio che però avrà soltanto valore di “promemoria”.

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Lascia un Commento