Renovagen RollArray, arrivano i pannelli solari portatili

Settore: new trends
Data inserimento: 22 marzo, 2016

panPoter portare in giro con sé, in una semplice borsa, la tecnologia di pannelli solari leggeri e sottili che si srotolano all’occorrenza? È ciò che consente di fare l’idea innovativa  di un ingegnere inglese, John Hingley. Creati dalla britannica Renovagen i pannelli solari portatili si istallano in soli due minuti.

 Caratteristiche. Battezzati con il nome di Renovagen RollArray, i pannelli sono stati realizzati con celle fv in rame indio gallio seleniuro  connesse fra loro attraverso un lungo nastro in tessuto. I moduli si presentano arrotolati su se stessi e conservati in una scatola metallica dove si trovano anche delle batterie al litio da 53 kWh. L’utente che vorrà utilizzarli dovrà semplicemente aprire il contenitore e srotolarli ed in solo due minuti avrà a disposizione una fonte di energia pulita. A John Hingley l’idea è venuta  durante un viaggio intorno al mondo: per tutto il tempo aveva portato nel suo zaino un piccolo modulo fotovoltaico a film sottile, con il quale era riuscito a ricaricare il suo telefono, il pc e la macchina fotografica. Il pannello portatile gli era stato così utile da pensare di realizzarne uno in versione più grande.

L’idea è stata poi sviluppata dalla britannica Renovagen che ha deciso di progettarne diverse soluzioni: da un “rotolo” relativamente piccolo con una potenza da 18 kW e una lunghezza di 50 metri a unità  più grandi, lunghe 200 metri, in grado di fornire ben 150 kW. Attualmente Renovagen, che ha ricevuto ordini per tre sistemi prototipali, ha avviato una raccolta fondi su Crowdcube per riuscire a portare i pannelli solari portatili sul mercato di larga scala ed in pochi giorni ha raggiunto quota 240mila sterline con quasi cento investitori.  Al momento per acquistare i primi pannelli portatili ci vogliono dalle 50.000 alle 110.000 sterline, ma la società assicura che il prezzo dovrebbe scendere rapidamente sia in relazione alla crescita aziendale sia allo stimato calo del costo dei componenti tecnologici.

Di Miriam Capuano

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Lascia un Commento