Robot assistenti – anziani, il progetto europeo made in Italy

Settore: new trends
Data inserimento: 10 dicembre, 2015

robot-domesticiFare la spesa, ricordare di prendere le medicine o accompagnare a fare una passeggiata: sono solo alcune delle funzioni che possono svolgere i tre Robot-assistenti anziani, sviluppati, in Italia, nell’ambito del progetto europeo “Robot-Era”, giunto alle fasi finali.  Programmati per garantire la sicurezza dell’anziano sia dentro che fuori le mura domestiche e sviluppati dall’Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa in collaborazione con l’Irccs Inrca, l’Istituto nazionale di ricerca e cura per anziani, i tre androidi sono pronti per essere testati, per la prima volta in condizioni reali, in diverse strutture.

Dora, per esempio, il robot domestico è da diversi giorni operativo  nella ‘Casa Amica’ del presidio ospedaliero di Ancona – una smart house attrezzata con tutte le tecnologie domotiche – dove un gruppo di anziani volontari hanno deciso di trascorrere con l’automa le loro giornate. Positive le risposte ai primi test, Dora sarebbe stata apprezzata in particolare dai più “giovani”, uomini e donne tra i 65 ed i 75 anni, che avrebbero gradito, particolarmente,  il fatto di ricevere aiuto senza che fosse intaccata la propria privacy.

I robot- assistenti sono stati pensati per tutelare la sicurezza ed il benessere degli anziani, quindi, c’è quello domestico che fornisce servizi quali: ricordare di prendere le medicine, la spesa online e la raccolta della spazzatura. Poi, ci sono l’automa condominiale, che garantisce servizi di sorveglianza,  e quello da esterno che ritira la spesa o accompagna l’anziano a passeggiare rendendolo di fatto autonomo. Una tecnologia innovativa, dunque, che già sta dando i primi risultati positivi:  i robot stanno, infatti, dimostrando di essere in grado di cooperare con le persone, ma anche tra di loro.

Di Miriam Capuano

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Lascia un Commento