Sanità, il software che fa risparmiare fino a cento milioni

Settore: new trends
Data inserimento: 21 novembre, 2014

sanitaFar risparmiare alla sanità fino a cento milioni  di euro? Potrebbe essere possibile grazie ad un software. «Prometo Appropriatezza» è il nome dell’applicazione creata dalla NoemaLife di Bologna proprio per eliminare gli sprechi. Semplice il funzionamento del sistema, che fa parte della categoria in It definita “Dss” sistemi a supporto delle decisioni e che permette di configurare regole in maniera aperta e personalizzata per il controllo sugli esami prescritti. In altre parole «Prometo Appropriatezza» passa al setaccio le prescrizioni mediche valutando quelle appropriate e quelle meno. Operazione che permetterebbe alla sanità italiana, se fosse adottato da tutte le Asl di risparmiare centinaia di migliaia di euro.

atIn primo piano viene massa, dunque, la sostenibilità del sistema sanitario nazionale attuale che si ritrova a fare i conti con i tagli previsti da spending review e legge di stabilità (pari a 3 miliardi di euro per il 2014). Essenziale diventa così l’applicando di adeguate politiche di sviluppo dell’Information & Communication Techonology alla sanità che secondo le stime di Confindustria potrebbe permettere un risparmio di 15 miliardi di euro all’anno. L’adozione del software rappresenterebbe proprio quel tassello che insieme alla telemedicina a supporto dell’assistenza domiciliare integrata, alla digitalizzazione dei referti, alla cartella clinica elettronica o alla razionalizzazione delle richieste di prescrizioni di analisi potrebbe permettere  di ridimensionare le voci di spesa della sanità.

Secondo le statistiche di letteratura internazionale per esempio le diagnosi effettuate con l’ausilio di indagini di laboratorio sono vicino al 70% di cui una percentuale rilevante, compresa tra il 20% ed il 40%, risulterebbero non appropriate cioè non valide, ma pagate comunque ed inutilmente dal sistema sanitario. Mancanza di attenzione di chi esegue la prescrizione o difficoltà oggettiva di sapere tutte le incompatibilità degli esami di laboratorio magari dovute solo a un fattore temporale, il caso ad esempio di due esami effettuati troppo vicini che perdono valore, sono alcune delle cause di una mancata appropriatezza delle prescrizioni che oggi il software della spa emiliana cerca di razionalizzare garantendo tagli di richieste di circa il 20-25% con valori economici dei risparmi ottenibili molto rilevanti.

 Di Miriam Capuano

 

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Argomenti trattati: , ,

Lascia un Commento