Tecnologia, arriva SecurWoman contro la violenza sulle donne

Settore: new trends
Data inserimento: 19 maggio, 2016

a_woman_02Allertare i soccorsi e mettere in guardia le altre persone sulla presenza di individui poco raccomandabili: sono queste le funzionalità principali dell’app  SecurWoman, disponibile per iPhone e Android. La tecnologia scende in campo per la difesa delle vittime di femminicidio? Ebbene sì; il sistema diventa un accompagnatore discreto di donne sole.

Funzionamento. Quando ci si trova in una situazione potenzialmente rischiosa, per esempio si sta percorrendo una zona buia, basterà attivare il servizio che mette lo smartphone in attesa, poi, nel momento in cui si dovesse presentare la situazione di pericolo, basterà scuoterlo per mettersi in contatto con la centrale operativa che raccoglierà automaticamente i dati di geolocalizzazione e proverà a dialogare con l’utente e qualora questo non rispondesse, partirà subito una chiamata alle forze dell’ordine. Non solo la cosiddetta funzione “sentinella”, il sistema, che può essere sperimentato da tutti grazie ad un mese di prova gratuita e poi pagando una quota mensile da 2,99 euro, ha anche la funzione “sport”, che è pensata per le donne che hanno l’abitudine di praticare attività fisica all’aria aperta. In questa situazione l’app consentirà alle potenziali vittime, qualora si presentasse un pericolo, di lanciare una richiesta d’aiuto semplicemente toccando lo schermo o staccando gli auricolari dalla loro presa. Un gesto naturale che passerà inosservato all’aggressore, ma che potrebbe rilevarsi salvavita.

SecurWoman, inoltre, è in grado in modalità  Segnalazione di mettere in comunicazione tutti gli utenti, provvisti di app, che si trovano nel raggio di 200 mt e segnalare sulla mappa eventuali situazioni a rischio o soggetti potenzialmente pericolosi permettendo agli altri utenti di anticipare potenziali pericoli. Infine, inclusa nel prezzo, è prevista una copertura assicurativa di Europ Assistance che comprende: l’assistenza sanitaria, l’intervento di un fabbro per apertura o ripristino della serratura in caso di scippo e il rimborso delle spese per rifacimento di chiavi e documenti.

Di Miriam Capuano

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Lascia un Commento