Tecnologia, come “giocarsi” su Facebook un colloquio di lavoro

Settore: new trends
Data inserimento: 27 maggio, 2015

EmployerlandOggi si sa trovare lavoro non è per nulla un’impresa facile. Ad aiutare, però, può arrivare la tecnologia. Così, strano, ma vero si può riuscire ad ottenere un’opportunità di occupazione giocando su facebook. È quello che consente di fare Employerland, il primo videogioco che è partito per favorire colloqui di lavoro  ed è finito per regalare uno stage ad uno tra i più bravi giocatori.

Simulare la vita lavorativa, interagire con le aziende, rispondere alle domande sulle società: sono alcune delle cose che il video game, lanciato da Employerland la startup  romana  fondata nel dicembre 2013, consente di fare ai partecipanti per guadagnare punti. La posta in gioco è alta, soprattutto dati i tempi di crisi: in palio, infatti, c’è un un colloquio di lavoro vero. Dal mondo virtuale, dunque, si passa a quello reale con l’opportunità di trovarsi faccia a faccia con le aziende interessate al proprio profilo.  Così ha ottenuto un tirocinio retribuito, presso l’azienda farmaceutica MSD Italia, la prima campionessa di Employerland.

Una grande soddisfazione per  la startup di Roma, fondata dal docente di Marketing della Sapienza di Roma Gabriele Lizzani, che ha ottenuto il suo primo risultato tangibile dopo i colloqui di lavoro scaturiti dalle sessioni di gioco su Facebook. Vari sono i partner che, al momento, hanno deciso di investire in Employerland : Luxottica, Bnl, Procter&Gamble, Bosch, Unilever, Golden Lady, Msd, Elica. La startup del docente capitolino ha, inoltre, ottenuto un finanziamento di 500 mila euro dal fondo della regione Lazio Filas, Finanziaria Laziale di Sviluppo che sfrutta i fondi Por dell’Unione Europea per scommettere sulle realtà innovative, entrando anche nelle quote societarie. Agli utenti non resta che collegarsi e giocare. La parola d’ordine non può essere che “vincere”, del resto in ballo c’è un colloquio di lavoro.

Di Miriam Capuano

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Argomenti trattati: , , ,

Lascia un Commento