Tecnologia. Arriva Sponge Suit, il bikini che aiuta il mare a restare pulito

Settore: new trends
Data inserimento: 20 ottobre, 2015

Sponge-SuitUn bikini in grado di catturare gli agenti inquinanti dal mare: è questa la rivoluzionaria invenzione che si è aggiudicata il primo premio alla Reshape 15 Wearable Technology Competition. Ideato dai ricercatori dell’Università della California – Riverside, in collaborazione con la società di design Eray Carbajo e battezzato Sponge Suit, il particolare costume consente a chi lo indossa, semplicemente stando in ammollo nell’acqua o nuotando, di migliorare la salute del mare.

Se pensate sia qualcosa di immettibile, vi sbagliate di grosso, il design del due pezzi è moderno e accattivante e non ha nulla da invidiare a quelli realizzati da famosi stilisti. Sponge Suit è, infatti, realizzato con una particolare rete elastica stampata in 3D che si adatta al corpo di chi lo indossa e da un inserto da applicare all’interno di questa forma esterna. È proprio il materiale particolare dell”imbottitura, su cui il team sta lavorando da quattro anni, che permette al bikini di ripulire il mare, grazie ad un materiale poroso ottenuto dal saccarosio riscaldato, che i ricercatori hanno ribattezzato ‘sponge’ (spugna) in quanto in grado di  assorbire le sostanze inquinanti, mentre risulta essere idrorepellente. Il costume sarebbe così in grado, secondo i suoi ideatori, di riuscire a trattenere una quantità di inquinanti pari fino a 25 volte il suo peso.

Se la salute del mare verrebbe in questo modo preservata, nessuna paura deve provare chi indossa il costume: le tossine, assicurano i ricercatori, non vengono in contatto con la pelle. Gli agenti inquinanti vengono immagazzinati nei pori all’interno del materiale e per pulirlo basterebbe riscaldare il bikini fino a 1.000 gradi; un procedimento che potrebbe essere ripetuto fino a 20 volte prima che l’inserto perda la sua capacità di assorbimento.

Di Miriam Capuano

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Miriam Capuano

Lascia un Commento