Trasporto pubblico locale: meno sinistri, assicurazioni più care

Settore: assicurazioni
Data inserimento: 1 ottobre, 2014

assicurazione-rc-auto-bastaunclickCalano i sinistri, ma non le tariffe assicurative: questo quanto è emerso dall’indagine condotta dall’Asstra,  l’associazione delle Società ed Enti del Trasporto pubblico locale, che ha evidenziato uno squilibrio nel mercato assicurativo che va a gravare sulle aziende di trasporto. “La tariffazione RCA nel TPL” è il nome dello studio condotto dall’Asstra i cui dati mostrano che, nel periodo 2006-2012, a fronte di un calo globale di tutti gli incidenti del  - 22%, i premi assicurativi sono aumentati del  + 50%. Traducendo in termini numerici: i sinistri attivi e passivi sono scesi da 48.545 a 37.909, mentre  i premi assicurativi pagati dalle imprese del trasporto pubblico locale sono passati da 106 milioni di euro nel 2006, a 159 milioni di euro nel 2012.

Il progressivo aumento di questa forbice tra la diminuzione dei sinistri e l’aumento dei premi si è leggermente rallentato, come mostrano i dati, nel periodo 2011-2012.  «In questo anno, infatti – si legge nel comunicato stampa dell’Asstra – i sinistri totali sono scesi  da  44.181 a 37.909 (- 14%), tra questi i sinistri passivi sono calati da 29.782 a 25.272   (-15%);  mentre quelli attivi hanno avuto una diminuzione del – 12% : da 14.399 a 12.637. I premi totali pagati dalle imprese sono invece cresciuti del +16% (da 137 milioni di euro nel 2011 a 159 milioni di euro nel 2012)».

Un altro aspetto interessante emerso dallo studio, che ha evidenziato un mercato ancora sordo di fronte alle richieste provenienti sia dal settore pubblico che dal privato, è il fenomeno del cosiddetto insurance crunch, cioè la difficoltà che le aziende riscontrano ad assicurarsi. Fenomeno che colpisce le società del settore che gestiscono flotte di autobus e come tali rientrano nella categoria di soggetti portatori di rischio di massa. Un rischio che, come la stessa indagine ha dimostrato, è sempre di più tenuto sotto controllo dalle aziende. Non a caso la vicenda ha attirato l’attenzione dell’Antitrust che ha aperto una inchiesta.

 

Di Alessandro Casta

facebooktwittergoogle_plusredditlinkedinmailby feather
Autore: Alessandro Casta

Argomenti trattati: , , ,

Lascia un Commento